Logo di FIN Veneto

HOME  >  Londra 2016: Day1 - Pezzato d'argento con la staffetta azzurra, Toniato in finale e pass olimpico

Google

Federazione Italiana Nuoto

Iscriviti ai Corsi del Settore Istruzione Tecnica



Google+

News

Londra 2016: Day1 - Pezzato d'argento con la staffetta azzurra, Toniato in finale e pass olimpico

Londra 2016: Day1 - Pezzato d'argento con la staffetta azzurra, Toniato in finale e pass olimpico08/06/2016 ]
I campionati europei all'Aquatics Centre di Londra si colorano subito d'azzurro con un oro e due argenti. Gabriele Detti vince i 400 stile libero nella prima finale in programma nella piscina della parco olimpico intitolato alla regina Elisabetta.

Le staffette veloci 4x100 stile libero maschile e femminile conquistano due argenti che suggellano la prima giornata all'Aquatics Centre. Quella rosa, bronzo nelle ultime due precedenti edizioni di Berlino e Debrecen, chiude in 3'37"68 a 52 centesimi dal record italiano. Battuta la Svezia campione uscente (3'37"94). Vince l'Olanda, vicecampione in carica in 3'33"80. Per le azzurre volanti una gara tutta in recupero con Silvia Di Pietro che apre al quinto posto (55"00); tocca ad Erika Ferraioli ricucire lo strappo e portare sul podio le compagne con una frazione da 54"18. L'Olanda è ormai andata e le svedesi navigano seconde a meno di un secondo (80 centesimi). Aglaia Pezzato mantiene le posizioni nuotando in 55"04 e quando si tuffa Federica Pellegrini il distacco dal secondo gradino del podio è di 1"40. Ma nulla è impossibile quando c'è in vasca la divina che nuota una frazione lanciata da 53"06 (la terza migliore della serie) che stronca le velleità della svedese Louse Hansson e porta per la terza volta consecutiva l'Italia sul podio europeo, seconda come nel 2000 e nel 2008, guarda caso anno olimpico. "Dopo le eliminatorie ci siamo dette che questa finale era alla nostra portata - spiega Federica Pellegrini, alla dodicesima medaglia europea in lunga e seconda d'argento dopo i 200 stile libero dell'esordio a Madrid - L'Olanda era chiaramente fuori dai giochi, ma il secondo posto era possibile. Abbiamo raggiunto l'obiettivo nuotando tutte bene e sono contenta della mia prestazione. Dopo le eliminatorie non pensavo di poter nuotare così veloce. Ho dato il massimo ed è uscito il tempo che non ti aspetti. Peraltro è difficile nuotare in ultima frazione senza sapere effettivamente quello che puoi dare; sono contenta del bellissimo recupero". Un po' di delusione per la prestazione non offusca la bella medaglia di Erika Ferraioli: "Non ho nuotato la migliore frazione della carriera - racconta la romana di Esercito e Aniene, alla sua quinta medaglia europea, tutte nella staffetta e con un oro nella 4x100 stile libero mista a Berlino 2014 - Siamo riuscite ad arrivare alla medaglia ed è questo che conta. L'Olanda era troppo forte per noi". Sulla stessa linea Silvia Di Pietro che racconta come: "Abbiamo centrato l'obiettivo grazie a Federica; io spero di essere più veloce nella prova individuale". Emozionatissima la veneta Aglaia Pezzato, l'atleta allenata a Strà e Vigonza da Tonino Spagnolo racconta così le sue sensazioni "Arrivare all'europeo e conquistare la medaglia d'argento nuotando tra le atlete più forti che ci sono in giro è un sogno".

SEMIFINALI
Nei 100 rana passa in finale Andrea Toniato col quinto tempo di 1'00"48 a 7 centesimi dal personale nuotato nelle eliminatorie. Per Toniato, 25enne padovano di Cittadella che nuota per Fiamme Gialle e Team Veneto, la soddisfazione di aver staccato il pass per la staffetta mista olimpica nella frazione a rana che aveva come limite 1'00"4. Il tempo della mattina non era ancora valido perchè anche Fabio Scozzoli era entrato in semifinale. "Sono contento per l'ingresso in finale e per la qualificazione olimpica - spiega l'azzurro che nuoterà la prima finale continentale della distanza ed ha come best il quinto posto nei 50 rana a Berlino - Lottare contro campioni come il britannico recordman mondiale Adam Peaty sarà un onore". Esce col nono tempo Fabio Scozzoli che chiude in 1'01"14, ad un centesimo dall'ottavo posto dello svizzero Yannick Kaeser.

SEMIFINALI E FINALI 1^ GIORNATA

400 sl mas. FINALE
1. Gabriele Detti 3'44"01 record dei campionati

50 farfalla fem.
1. Francesca Halsall (Gbr) 25"35
9. Silvia Di Pietro 26"31 eliminata
13. Elena Gemo 26"44 eliminata

100 dorso mas.
1. Apostolos Christou (Gre) 53"26
3. Simone Sabbioni 53"86 qualificato alla finale
15. Christopher Ciccarese 55"06 eliminato

400 misti fem. FINALE
1. Katinka Hosszu (Hun) 4'30"90
5. Carlotta Toni 4'40"76
6. Luisa Trombetti 4'41"03

100 rana mas.
1. Adam Peaty (Gbr) 58"74
5. Andrea Toniato 1'00"48 qualificato alla finale
9. Fabio Scozzoli 1'01"14 eliminato

200 dorso fem.
1. Daryna Zevina (Ukr) 2'08"66
9. Margherita Panziera 2'11"80 eliminata

50 farfalla mas.
1. Andriy Govorov (Ukr) 22"73
3. Piero Codia 23"55 qualificato alla finale
12. Matteo Rivolta 24"00 eliminato

4x100 sl fem. FINALE
1. Olanda 3'33"80
2. Italia 3'37"68
Silvia Di Pietro 55"00, Erika Ferraioli 54"18, Aglaia Pezzato 55"04, Federica Pellegrini 53"69

4x100 sl mas. FINALE
1. Francia 3'13"48
2. Italia 3'14"29
Luca Dotto 48"03, Luca Leonardi 48"47, Jonathan Boffa 49"21, Filippo Magnini 48"58

... consulta la pagina ufficiale dei risultati


Gestisci una società?
Devi iscrivere i tuoi atleti alle manifestazioni?

Accesso all'area di amministrazione Opzioni
Spiegazioni delle funzionalità del portale   Stampa la pagina corrente   Imposta testo normale   Imposta testo ad alta leggibilità

Rinnova il tesseramento tecnico online

NUOTO+ Power Swim Camp Arena Experience - By Giovanni Franceschi

Associazione Cronometristi Venezia

Oggi Treviso Logo

Assonuoto.com

Privacy - Cookie