Logo di FIN Veneto

HOME  >  Vola sull'acqua ed è nuovo record del mondo tra Scilla e Cariddi

Google

Federazione Italiana Nuoto

Iscriviti ai Corsi del Settore Istruzione Tecnica



Google+

News

Vola sull'acqua ed è nuovo record del mondo tra Scilla e Cariddi

Vola sull'acqua ed è nuovo record del mondo tra Scilla e Cariddi11/09/2009 ]
Un primo record assoluto nella traversata singola: 38'02”, 4 secondi inferiore al 38'06” realizzato nel 1982 dal prodigio Monia Scalzo, il capolavoro al ritorno con 1h 23'41”, 16 minuti in meno del tempo di Sandra Pavanello del 1996

Messina - nostro servizio - Clamorosa impresa di Elena Lionello, 20enne nuotatrice adriese che martedì 28 luglio alle 9 e 32 del mattino ha portato a termine una nuotata storica nel nuoto, anzi doppiamente storica. L'atleta in forza all'Adria Nuoto, ha compiuto la doppia traversata a nuoto dello stretto di Messina realizzando il record assoluto femminile col clamoroso crono di 1h 23'41” abbassando di 16 minuti addirittura il tempo che Sandra Pavanello, anche lei atleta dell'Adria Nuoto e attualmente allenatrice di Elena, realizzò nel 1996. Ma Elena ha fatto molto di più. Partita da Capo Peloro in Sicilia è approdata a Cannitello in Calabria per il tragitto d'andata realizzando un tempo incredibile, 38'02”, di soli 4 secondi inferiore al 38'06” realizzato nel lontanissimo 1982 dalla nuotatrice prodigio Monia Scalzo e considerato un tempo inarrivabile in campo femminile. Si pensi che il record maschile è di 30'50” appartenente al messinese Giovanni Fiannacca, guardacaso, presente all'evento. Dunque Elena ha centrato il record della singola traversata nel percorrere la doppia traversata, un evento incredibile e mai verificatosi nella storia del nuoto messinese. Il crono di Elena sulla doppia traversata è addirittura migliore di quello maschile, appartenente al messinese Marco Viola in 1h 24'02”. Alla traversata, organizzata dal sottoscritto Alberto Guerrini e da Giovanni Fiannacca, vecchio lupo di mare dello stretto e grande amico del nuoto polesano, hanno preso parte altri quindici nuotatori tra cui la rodigina Federica Ottomanelli (54'00”), alla sua seconda traversata individuale, l'adriese Rita Pavanello (47'26”) e Danilo Garbellini (54'00”), anch'egli master dell'Adria Nuoto, alla quarta traversata individuale, e altri nuotatori provenienti da varie città italiane e confluiti nella fortunata spedizione.
Sul piano tecnico la traversata di Elena è stata ineccepibile: è partita con 84 bracciate al minuto, letteralmente volando sull'acqua della sponda siciliana grazie anche alle favorevoli condizioni meteomarine e di una rotta perfetta. La traversata di ritorno è stata, come sempre, molto più difficile, ma Elena ha superato senza problemi qualche onda fastidiosa per toccare terra nei pressi del canale degli Inglesi a Ganzirri col tempo record. Ma la nuotatrice adriese non ha esultato troppo, si è limitata ad offrire una di quelle meravigliose granite messinesi ai suoi compagni di viaggio. Forse ancora non si rende conto della portata della sua impresa o forse, solamente, è una ragazza umile e semplice, laboriosa e impegnata ma sorridente, molto diversa da quei bambini prodigio che proprio in queste ore si accalcano con stuoli di parenti sullo stretto di Messina in cerca di effimere notorietà.
Come polesano e rodigino, sono orgoglioso della consapevolezza di un'altra impresa storica di nuotatori di casa nostra in un luogo sacro per il nuoto italiano e per di più proprio in concomitanza con la rassegna iridata del nuoto di piscina in svolgimento a Roma in questi giorni.

Alberto Guerrini

Gestisci una società?
Devi iscrivere i tuoi atleti alle manifestazioni?

Accesso all'area di amministrazione Opzioni
Spiegazioni delle funzionalità del portale   Stampa la pagina corrente   Imposta testo normale   Imposta testo ad alta leggibilità

Rinnova il tesseramento tecnico online

NUOTO+ Power Swim Camp Arena Experience - By Giovanni Franceschi

Associazione Cronometristi Venezia

Oggi Treviso Logo

Assonuoto.com

Privacy - Cookie